Quando si valuta per la prima volta il noleggio a lungo termine, la maggior parte dei clienti si basa esclusivamente sul canone della vettura per poter verificare l’effettivo vantaggio di questa formula. Si crede, erroneamente, che un confronto nudo e crudo con la rata di un finanziamento, possa essere indice di convenienza. Dal momento che, al contrario, entrano in gioco diversi fattori, ci teniamo a spiegarti in dettaglio come si calcola il canone di noleggio a lungo termine. Ti accorgerai che quel confronto puramente economico che hai fatto fino ad oggi, non è poi così valido. Imparerai che ci sono aspetti fondamentali da considerare nella valutazione economica generale del noleggio a lungo termine.

Come funziona il canone di noleggio a lungo termine?

Partiamo con il dire che il canone di noleggio si compone di due elementi. Ti spieghiamo meglio:

2. La quota finanziaria è la quotazione che nasce dalla stima del cosiddetto “valore residuo“, vale a dire la rivendibilità che il veicolo che hai scelto avrà al termine del contratto.

In base a questo valore residuo, la società di noleggio calcolerà la quota finanziaria della vettura.

Attenzione: la quota finanziaria NON è il costo dell’auto scelta, ma la differenza tra il prezzo di acquisto e il valore residuo stimato dalla società di noleggio.

svalutazione auto

 

2. La quota servizi rappresenta la somma di tutti i servizi inclusi nel noleggio a lungo termine:

  • Il valore dell’assicurazione (RCA, furto e incendio, kasko, infortunio conducente, cristalli, tutela legale…)
  • La manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Le tasse relative al veicolo, come ad esempio l’immatricolazione
  • L’assistenza stradale
  • Eventuali extra, come ad esempio l’auto sostitutiva

Questo è l’aspetto che, più di altri, fa la differenza quando si parla di noleggio. Tieni presente che in altre formule di mobilità senza acquisto (vedi leasing), i servizi non sono inclusi nel canone.

Le variabili che incidono sul canone di noleggio

Fatta le dovute distinzioni di cui sopra, arriviamo subito al dunque: quali sono le variabili che incidono sul canone di noleggio di una vettura? Sono 3 e te le elenchiamo di seguito:

  • Tipologia di veicolo, motorizzazione e allestimento: noleggiare una Panda non è, ovviamente, come noleggiare un Audi;
  • Km percorsi: Più km vengono percorsi più l’usura del veicolo aumenta. L’aumento di quest’ultima porta sia maggiori spese in termini di manutenzione ordinaria/straordinaria, che ricordiamo sono entrambe comprese nel noleggio a lungo termine, sia (anche in questo caso) in termini di valutazione finale dell’auto.
  • Valore residuo dell’auto: si tratta di un dato molto importante che incide considerevolmente sul canone. Attenzione: non è detto che la quota finanziaria sia per forza più alta su auto con un costo più elevato. Ci spieghiamo meglio con un esempio: se l’auto che hai scelto è un’auto che avrà mercato anche al termine del contratto di noleggio, la componente finanziaria sarà presumibilmente più bassa, perché il veicolo sarà più semplice da rivendere.

La compagnia di noleggio, quindi, nel momento in cui presenta il canone di una vettura, ha già considerato tutte le voci sopra elencate. Nella rata di un finanziamento, invece, questi elementi non sono calcolati e, dunque, manutenzione, tagliandi, svalutazione auto, saranno voci che incideranno sui costi di gestione della vostra auto ma non sulla rata finale.

I vincoli sul chilometraggio

Perché le case locatrici impongono vincoli sul chilometraggio? Per spiegarlo, ci soffermiamo ancora una volta sul valore residuo della vettura. Si tratta di un dato che la società di noleggio definisce da subito facendo accordi con le case madri (Fiat, Jeep, Audi, ecc) e definendo, in anteprima, tutti i dettagli.

Ti proponiamo un esempio concreto: la casa locatrice decide di comprare una Fiat 500 per 36 mesi e 90.000km inclusi nel contratto. Sulla base di questi valori, la casa madre (Fiat) dirà alla compagnia di noleggio che per quel tipo di utilizzo, l’auto varrò 10.000€ (dopo 36 mesi e 90.000km percorsi).

Se l’auto rientrasse in casa madre con più km di quelli previsti in fase contrattuale, il valore residuo dell’auto si abbasserebbe poiché diminuisce il suo valore residuo.

Ecco spiegato perchè, se si superano i km previsti, è necessario pagare un canone maggiorato.

Cosa fare prima di valutare il canone di noleggio

Come avrete avuto modo di capire, dunque, basarsi soltanto sul canone, potrebbe non essere la scelta giusta. Ci sono, infatti, 2 cose importantissime su cui concentrarsi prima di valutare un canone di noleggio.

  • Considerare per quanto tempo si terrà l’auto:

Se avete intenzione di cambiare spesso auto, è necessario pensare al valore residuo che ha l’auto dopo 4/5 anni avrà e cercare il modello che assicura una buona entrata quando arriverà il momento di rivendere l’auto.

  • Scegliere la giusta copertura assicurativa:

Siete in grado di capire se la polizza è buona oppure se il costo basso nasconde delle sorprese, come ad esempio mancate coperture che pensate di avere? Per esserne sicuri dovreste leggere tutte le condizioni e capire per quali casi sei coperto e per quali no. Siete in grado di farlo?

Dunque, se sei alla ricerca del canone più basso senza considerare questi aspetti, è impossibile riuscire a fare un paragone corretto tra i diversi preventivi e le diverse formule.

Il ruolo chiave del consulente nel noleggio a lungo termine

Chi può aiutarti a districarti in questo calderone di informazioni e vincoli è il consulente di noleggio a lungo termine.

 

Si tratta di un professionista che ha l’obiettivo di creare un rapporto di fiducia con il cliente, e mantenerlo nel tempo. Tieni presente che il consulente non si limita a fornire un preventivo ma svolge un’attività determinante:

  • Prima spiega al cliente tutto ciò che vuole sapere sul noleggio, comprese le condizioni contrattuali, le tempistiche, le modalità operative.
  • Durante aiuta il cliente a scegliere, individuare e valutare il veicolo migliore, rispetto al mercato e rispetto alle sue esigenze.
  • Dopo rimane sempre disponibile per rispondere a qualsiasi dubbio, per aiutare a risolvere qualsiasi imprevisto, a supporto ed integrazione del servizio post-vendita della società di noleggio.

Questo lavoro, chiaramente, ha un valore altissimo. Probabilmente, cercando e girovagando online riuscire a risparmiare qualcosa ma potreste avere brutte sorprese quando ormai il contratto è stato già firmato e non potete tornare indietro.

La conclusione importante da tenere a mente è che: quando si valuta un canone di noleggio a lungo termine, per tutti i motivi elencati sopra e non solo, non si deve confondere con la rata di un finanziamento. Soprattutto, non basta guardare il valore del canone per poter dire se questa formula sia o  meno conveniente.

Se avete bisogno di maggiori informazioni in merito potete mettervi subito in contatto con noi.

I nostri consulenti saranno in grado di rispondere a tutte le vostre domande.