Senza dubbio, questo è il periodo più duro che il nostro Paese si sta trovando ad affrontare dopo la Grande depressione del 1929. Una crisi che, però, ci sta investendo non solo da un punto di vista economico, ma sociale. Ecco perché ci chiediamo cosa ne sarà del settore auto dopo questa emergenza. Di una cosa siamo certi: rientrata l’emergenza, probabilmente l’auto personale (che assicura distanziamento sociale e isolamento) sarà più sicura per viaggiare in città e anche fuori, evitando treni affollati e mezzi pubblici.

L’auto come habitat sano e sicuro

All’indomani del crollo delle vendite registrare a marzo col – 85,4% in Italia e col – 56% in Europa in tutti e 5 i principali Paesi, si prospetta davvero uno scenario drammatico per il settore automotive? Noi vogliamo avere un approccio positivo: l’automobile potrà essere la soluzione più sicura per viaggiare in città, ma non solo. E questo è il punto cruciale che rappresenta un cambio determinate delle abitudini degli italiani. Come sostiene Olivier Francois, responsabile del brand Fiat nel mondo: «Dopo il virus assisteremo ad una variazione delle abitudini sino a ieri consolidate e da un maggiore propensione ad usare la propria macchina anche rispetto ai mezzi pubblici. L’auto – continua Francois – sarà una sorta di bolla pedonale, un habitat comodo, sano e sicuro».

Cosa succederà al noleggio auto

Come stiamo già verificando da un mese a questa parte, le difficoltà economiche non mancheranno alla ripresa. Come spiega Adolfo De Stefani Cosentino, presidente di Federauto: «Il dopo coronavirus per i concessionari abituati vendere dei durevoli come l’auto saranno dolori. La tendenza sarà di tenersi magari ancora un anno in più la propria vettura. Ecco perché avremmo bisogno di incentivi per l’acquisto».

In questa difficoltà ci può essere però l’occasione per valutare una nuova alternativa all’acquisto più tradizionale rappresentata, ad esempio, dal noleggio a 24 o 36 mesi o anche di più. Una scelta quasi obbligata visto che il finanziamento prima del virus rappresentava la soluzione più accessibile per cambiare un’auto, ma che non sarà più garantito dalle reti di vendita che prima dovranno fare rientrare nella normalità di sempre il loro business dopo i mesi difficili che si sono lasciati alle spalle.

Metti il canone di noleggio al sicuro

Alla luce di questa consapevolezza e difficoltà, per far fronte ad un periodo in cui tutto sembra essersi paralizzato, noi di Pulzoni cerchiamo di dare il massimo affinché, tutti possano ripartire nel migliore dei modi.

Per questo motivo, a più di 50 auto abbiamo applicato un pacchetto di noleggio a lungo termine unico nel suo genere, contenente tutti i vantaggi possibili:

🔸𝗖𝗮𝗻𝗼𝗻𝗲 𝗶𝗻 𝗲𝘅𝘁𝗿𝗮 𝘀𝗰𝗼𝗻𝘁𝗼 𝗕𝗟𝗢𝗖𝗖𝗔𝗧𝗢 fino al momento di compilazione del modulo

🔸𝗭𝗲𝗿𝗼 𝗮𝗻𝘁𝗶𝗰𝗶𝗽𝗼 previa approvazione della casa locatrice

🔸𝗥𝗶𝘁𝗶𝗿𝗼 𝗽𝗼𝘀𝘁𝗶𝗰𝗶𝗽𝗮𝘁𝗼 fino a 60 giorni dall’emissione del contratto

🔸𝗔𝗱𝗱𝗲𝗯𝗶𝘁𝗼 𝗱𝗲𝗹 𝗽𝗿𝗶𝗺𝗼 𝗰𝗮𝗻𝗼𝗻𝗲 a 60 giorni dalla consegna

Se siete interessati ad ottenere info maggiori, contattateci pure per una consulenza oppure cliccate qui per conoscere tutte le vetture su cui verrà applicato il pacchetto promozionale.

In conclusione, non è davvero facile ipotizzare che l’automobile possa in tempi brevi tornare fra le priorità delle famiglie italiane già messe a dura prova dell’emergenza da coronavirus. Ma noi cerchiamo di essere positivi e di far leva sulla sicurezza che, al momento, questo mezzo di trasporto ci trasmette.

Ci piacerebbe conoscere la vostra opinione in merito!

Quale credete che ne sarà dell’auto dopo l’emergenza Covid-19?

Vi sentite sicuri di passare ore a bordo di un treno a stretto contatto con dei passeggeri che non conoscete oppure di viaggiare in aereo? O, come noi, credete che l’auto possa essere la soluzione?