Nell’ultimo trimestre del 2021, dei 135.346 contratti di noleggio a lungo termine di autovetture, il 15,5% (circa 21.000 unità) è stato destinato a un utilizzatore privato. Sommando all’acquisto diretto il noleggio a lungo termine, la quota di mercato degli utilizzatori privati sul mercato del nuovo passa dal 63,2% al 70,2% nell’ultimo trimestre dell’anno appena terminato. L’analisi sul fenomeno del noleggio a lungo termine per privati è stata realizzata per la prima volta da Unrae, grazie alla collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili. Ovviamente, si tratta di un dato che dice tato sui cambiamenti in atto nel settore automotive. Oggi cercheremo di spiegare in dettaglio la ricerca e, soprattutto, le ragioni sociali e pratiche che hanno portato a questo risultato.

Noleggio a lungo termine per privati: le ragioni sociali

Sono molteplici le ragioni per cui il noleggio a lungo termine per privati si sta imponendo in maniera sostanziale. Prima tra tutte, sicuramente, le incertezze legate alla crisi economica, al Covid-19 e alle varie limitazioni alla mobilità che disincentivano l’acquisto. Anche alla carenza dei semiconduttori (di cui abbiamo parlato in questo articolo) è stata determinante e ne abbiamo ampiamente discusso nell’articolo che trovate qui.

Altre ragioni determinanti che hanno incentivato il noleggio per privati, l’ampio ricorso allo smart working, che nell’ultimo periodo ha ridefinito le esigenze di mobilità di privati e aziende.

Ultimo, ma non per importanza, l’offerta delle aziende di noleggio, sempre più flessibili, nella durata e nella modalità di uscire da un contratto, ma anche nella possibilità di usufruire di diversi modelli a seconda delle esigenze.

Noleggio a lungo termine per privati: le ragioni pratiche

Al di là, dunque, delle ragioni sociali che hanno dato una forte spinta al settore, va sottolineato che il crescente interesse di utenti privati nei confronti del noleggio a lungo termine, sarebbero da ricercare i 3 punti:

  • Il canone mensile fisso

Complice la crisi economica (come abbiamo già detto), sempre meno persone investono sulla proprietà di beni. I privati preferiscono oggi ottimizzare le proprie finanze minimizzando le uscite nell’immediato in modo tale da avere a disposizione una maggiore liquidità. Acquistare un’auto significa, di fatto, investire ed impegnare una grossa quantità di denaro. Al contrario, noleggiare un’auto non presuppone un ingente esborso di denaro. Basta pensare che, oggi, la maggior parte delle case locatrici, propone contratti di noleggio ad anticipo zero e contratti con un canone mensile personalizzato studiato sulla base delle esigenze del cliente. Questo fa sì che l’incidenza sulle proprie finanze sia inferiore lasciando modo al privato di spendere o investire in altro il resto delle proprie entrate.

  • Formula “all inclusive”

Le formule all inclusive sono quelle più ambite quando si parla di noleggio auto a lungo termine. Una volta pagato il canone mensile fisso previsto dal contratto, il cliente non dovrà preoccuparsi di altro, se non del carburante. Assicurazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, assistenza stradale, bollo auto, tagliandi, cambio pneumatici sono tutti inclusi e la burocrazia connessa viene gestita interamente dall’agenzia. Cosa vuol dire tutto questo? Meno rischi per il cliente e più tempo a disposizione e meno pensieri, preoccupazioni, scadenze. Due aspetti che incidono notevolmente sulla qualità della vita.

  • Modello di auto più recente

Ad oggi, il noleggio è la migliore risposta all’esigenza di avere un’auto sempre nuova e in perfette condizioni. Acquistare continuamente nuove versioni di ciò che già si possiede, risulta poco conveniente e non accessibile a tutti. Rivendere, allo stesso modo, è difficoltoso. Per cui, l’ideale è noleggiare l’auto e vare così l’opportunità di guidare un’auto sempre nuova e dotata delle ultime tecnologie.

Noleggio per privati: l’analisi dei dati

Passiamo adesso all’approfondimento dei dati emersi dall’analisi svolta da Unrae, in collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili. Come già sottolineato, nell’ultimo trimestre del 2021, dei 135.346 contratti di noleggio a lungo termine di autovetture, il 15,5% (circa 21.000 unità) è stato destinato a un utilizzatore privato. Più nel dettaglio, ecco le novità più rilevanti:

  • L’alimentazione diesel è la più richiesta:

Il diesel, con il 38,1% delle preferenze, è la motorizzazione più richiesta dai privati che scelgono l’auto a noleggio, seguito dal motore a benzina con il 20,9% e poco dietro dalle ibride (19,5%), con una rilevante quota di plug-in pari al 9,6%, e delle elettriche che si attestano al 7,8%.

  • Penetrazione del fenomeno maggiore in Calabria, Puglia e Molise

A livello geografico, il noleggio a lungo per privati sembra piacere soprattutto al Sud, anche per ragioni assicurative (le polizze sono molto più alte nelle Regioni meridionali). Secondo i dati Unrae, supera il 45% di penetrazione sul totale dell’Nlt in Calabria, seguita da Puglia e Molise, entrambe oltre il 30%, e dalla Campania al 29,8%. In fondo alla classifica c’è il Trentino Alto Adige, il cui 1% di penetrazione del noleggio per privati nasconde in realtà il fenomeno del rent to rent.

Quanto alle città, Roma è di gran lunga la provincia con il maggior numero di noleggi a lungo termine a privati: 3.379 sul totale dell’Nlt di 16.436 auto, con una quota del 20,5%. Come numeri assoluti, la seconda è Milano, ma a ben vedere le sue 2.274 vetture ai privati, su un totale di 33.066, rappresentano “solo” il 6,8%. Eclatante, invece, il caso di Napoli: su 5.550 auto noleggiate, ben 1.590 sono “private”, quasi una su tre.

  • Le più scelte: Fiat Panda e 500

Per quanto riguarda i brand più noleggiati dai privati, in testa troviamo Fiat, con a seguire Audi, Volkswagen, Peugeot, Jeep, BMW, Toyota, Smart, Mercedes e Ford. La top 10 dei modelli più noleggiati dai privati vede in testa le utilitarie di Fiat, Panda e 500 nei primi due posti. A seguire Smart fortwo, Fiat 500X, Jeep Renegade, Peugeot 3008, Audi A3, Peugeot 2008, BMW X1 e Jeep Compass.

Come abbiamo visto, sono davvero tanti i motivi per cui il noleggio a lungo termine per privati stia diventando un fenomeno decisivo nel settore automotive. Ovviamente, c’è ancora chi teme questa formula di mobilità e si interroga sui suoi reali benefici.

Noi ci teniamo particolarmente a placare ogni dubbio ed è per questo che ti invitiamo a richiedere maggiori informazioni ai nostri consulenti.

Loro saranno in grado di spiegarti i vantaggi di questa formula e a trovare una soluzione adatta alle tue esigenze di mobilità.

Se sei un privato e hai bisogno di informazioni sul noleggio oppure hai già deciso che questa è la soluzione più adatta per te, compila il form che trovi a questo link:

http://bit.ly/Richiediconsulenza